Immagine
laurearsi

Laurearsi

Prova finale

Ai sensi dell'art. 13 del Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, per essere ammesso a sostenere la prova finale lo Studente deve:
a) presentare domanda di assegnazione della tesi alla Segreteria studenti, controfirmata dal Relatore, per il tramite del Direttore, almeno 6 mesi prima dalla data di inizio della prima sessione di Laurea utile. A tal fine farà fede la data del protocollo di ingresso. Per gli studenti in mobilità quest’ultimo requisito verrà attestato dal referente dell’internazionalizzazione 
b) avere acquisito tutti i crediti previsti dal Manifesto degli Studi, ad eccezione di quelli assegnati alla prova finale, ed essere in regola con il pagamento delle tasse e dei contributi universitari
c) avere inoltrato domanda al Magnifico Rettore prima della data fissata per l’Esame di Laurea Magistrale, entro i termini fissati dall'Ateneo, ed avere depositato copia in formato elettronico (file pdf) dell’elaborato finale controfirmato dal relatore, attraverso apposita procedura online su Esse3, almeno 7 giorni lavorativi prima della prova finale

La prova finale per il conseguimento della Laurea Magistrale in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche consiste nella presentazione e nella discussione di un elaborato relativo all'attività sperimentale svolta sotto la guida del relatore, dalla quale la Commissione possa valutare la maturità culturale e scientifica nonché la qualità del lavoro svolto. Nella preparazione della tesi, ci si può avvalere della collaborazione di un Correlatore che può essere un docente di altro ateneo, anche estero, o essere figura professionale, anche di altra nazionalità, esterna all’Università. La tesi, che può essere redatta anche parzialmente o interamente in lingua inglese, firmata del Relatore, deve essere presentata dal candidato ai competenti uffici amministrativi almeno 7 giorni lavorativi prima della prova finale.
La valutazione dell'elaborato relativo alla Prova finale avviene nel corso della seduta di Laurea da parte della Commissione di Laurea, composta da almeno 7 membri, nominata dal Direttore del Dipartimento su proposta del Coordinatore del CdS. Ai fini del superamento della prova finale è necessario conseguire il punteggio minimo di 66/110. Il punteggio massimo è di 110/110 con eventuale attribuzione della lode. A determinare il voto di Laurea Magistrale, espresso in centodecimi, contribuiscono: il punteggio di base, dato dalla media ponderata dei voti conseguiti negli esami curriculari; il voto curriculare (max 4 punti), che tiene conto delle attività svolte dallo studente durante la sua carriera accademica (mobilità internazionale, conclusione degli studi in corso, acquisizione di lodi, ecc.); il voto di valutazione della tesi (max 7 punti). Per il voto di valutazione della tesi, la Commissione terrà conto della qualità del lavoro di tesi, dell’impegno profuso nella realizzazione dell’elaborato; della capacità espositiva del candidato e della capacità di rispondere alle domande poste dalla Commissione in maniera pertinente. La lode può essere attribuita, su proposta del Relatore e con parere unanime della Commissione, solo per le tesi che risultino di alta qualità a giudizio della Commissione.
Lo svolgimento degli esami finali di Laurea Magistrale è pubblico, così come pubblico è l’atto della proclamazione del risultato finale.

Per ulteriori dettagli sulla prova finale si rinvia all’art.13 del Regolamento del CLM in CTF.